La ricerca del sereno

Cosa vuol dire aver provato un’esperienza unica. Ecco, sono numerosissime le situazioni che si sono vissute in quasi tre anni di avvicinamento alla macchina amministrativa, nell’aver “ficcato il naso” in mezzo a tutte quelle carte e quei documenti, a volte incomprensibili, a volte nonsense, a volte interessanti e che in un modo o nell’altro, hanno determinato e determinano, in buona parte la vita del nostro paese. Intensi gli stati d’animo che si sono alternati: l’allegria, le incazzature, la felicità, il

Continua a leggere

Tutto ciò che non diciamo resta non detto

Nelle assemblee pubbliche spesso si creano dei meccanismi che vedono contrapposizioni forti tra diversi modi di pensare. Assemblee dove si dibatte e controbatte sono un segnale di ri-unione. Sono necessari discussioni e confronto. Fin quando questi meccanismi restano confinati all’interno delle buone maniere, del rispetto reciproco, della capacità di non interferire con chi sa parlando in quel momento, controllando scatti iracondi e così via, qualsiasi posizione può essere accettata. Qualsiasi modo di pensare deve essere considerato per poi essere esaminato

Continua a leggere

RIFLESSIONE SULL’ASSEMBLEA DEL 22 FEBBRAIO: QUESTIONE SPRAR

F. D’Angelo Devo dire che dopo aver fatto un breve cenno sulla mia idea e dopo aver cercato di spiegare la posizione di Roccavivara Oltre, anche se sono sicuro di non averlo fatto al meglio in quanto non riesco ad essere efficace se non sono “sereno e informato abbastanza”, ho assistito in silenzio gli interventi degli altri. Alla fine ho ripetuto quello che abbiamo pensato e che più di qualcuno ha anche detto in platea: ovvero posticipare la decisione per

Continua a leggere

Il marcio dentro

Ho aspettato di proposito la pubblicazione del resoconto del consiglio comunale prima di scrivere queste poche righe di riflessione eppure la mia idea non è stata smentita. Ho letto e riletto tutti i documenti pubblicati dal Segretario comunale eppure non mi sembra che sia stato riportato tutto ciò che è stato detto durante la seduta. Questo apparentemente non fa sorgere alcun problema, anzi, non è affatto un problema ma è una ulteriore, chiara, evidente e insindacabile azione di voler far

Continua a leggere

Province inefficienti: ASTENSIONISMO vs. Voto di favore

Le più antidemocratiche votazioni italiane, ovvero quelle del Presidente della Provincia di Campobasso e del relativo consiglio dove il cittadino non è stato né chiamato a votare, né messo a conoscenza di chi ha espresso la volontà di essere eletto come amministratore, si sono aperte questa mattina, 31 agosto 2016. Il cittadino italiano del duemila-sedici non gode di alcuna importanza e nessun diritto. Esiste chi decide al suo posto ed egli deve solo abbassare la testa e dire “Sissignore”. In realtà non so quanti

Continua a leggere